Couscous con ragù di pollo e verdure


Questa ricetta me la diede anni fa ( ma almeno dieci.. insmma, ce l'ho da tantissimo!) un'amica delle scuole medie, Paola, incontrata per caso sull'autobus.. Non la vedevo da tempo, e mi disse che stav insegnando italiano a Tunisi, e che aveva modificato a suo gusto la ricetta del couscous..
Lo preparo così da quando l'ho incontrata, e devo dire che piace sempre molto a tutti.

Soffriggere in poco olio 4 peperoncini verdi napoletani ( sottili e lunghi come un dito mignolo) a pezzettini, metterli da parte.
Nello stesso olio, rosolare 1 spicchio d'aglio ( che andrà poi eliminato), peperoncino piccante a piacere ed una cipolla media tagliata in quarti.
Eliminare l'aglio ed aggiungere, tutto a dadini, 2 peperoni rossi, 3 melanzane piccine, 3 zucchine, 2 carote medie. Salare leggermente, far ammorbidire le verdure e, volendo, unire anche 200 g petto di pollo a pezzettini.
Far colorire il pollo ( se si fosse aggiunto), ed unire una bottiglia di passata di pomodoro. Salare, aggiungere abbondantissimo basilico e far cuocere finchè il sugo sarà piuttosto tirato.
Preparare il cous cous come indicato sulla confezione ( io di solito porto a bollore l'acqua con sale e un filo d'olio, levo dal fuoco, aggiungo il cous cous e mescolo per bene, dopo di che lo lascio gonmfiare un paio di minuti. Dopo, aggiungo un cucchiaio d'olio e ripongo il tegame su fuoco basso per 4 minuti.)
Versare il cous cous in un piatto da portata, ricoprirlo col ragù di verdure e decorare con i pezzetti di peperoncini verdi napoletani fritti e delle foglioline di menta.

Commenti

  1. mia cara!!! finalmente torni tra noi!!! bella ricetta, bravissima!

    RispondiElimina
  2. grazie, Giulia! :-)
    L'ho preparato prima di partire per le vacanze.. adesso sono a Saltusio ( frazione di San Martino in Passiria, a 9 km da Merano).. approfitto delle vacanze anche per aggiornare un po' il blog :-)

    RispondiElimina
  3. Adora6to mio couscous...questa versione a me nuova sarà presto sperimentata...un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ben tornata, era da tanto......Un bacio!

    RispondiElimina
  5. ciao Elena.. mi farebbe davvero piacere se lo provassi, ti assicuro che è sempre molto gradito :-)

    Un bacio a te, Memmea :-)

    RispondiElimina
  6. ciao buone vacanze....al fresco!!!

    RispondiElimina
  7. Bentornata Luisa!!! come state tutto bene?...un abbraccio Tittina

    RispondiElimina
  8. ciao, Margherita! Grazie! Come stai?

    Tittina, sì, grazie, tutto bene.. adesso. Abbiamo trascorso un periodo difficile per la mia salute, ma adesso va meglio.
    Baci!

    RispondiElimina
  9. son contenta di averti ritrovata...io sto così..
    e tu leggo bene adesso...
    oggi fa caldo anche ad te?

    RispondiElimina
  10. Ciao! Sono capitata qui per caso e sono contenta di aver scoperto il tuo blog perché è davvero carino! Ti seguirò con molto piacere :-)

    RispondiElimina
  11. @ Margherita: sì. fa caldissimo.. adesso sono a Valcanneto di Cerveteri (Roma) a casa dei miei zii. Stasera tornerò a casa :-)

    @ Lucia: grazie, sei davvero gentile! Sono felice di averti fra i lettori!

    RispondiElimina
  12. Ciao Luisa come stai? è da moltissimo che non passavo da te, sono stata impegnata e soprattutto non avevo la connessione ad internet, adesso sono a casa, in verità il cuscus non l'ho mai mangiato, ma la tua preparazione mi sembra ottima devo provarla un bacione grandissimoooooo

    RispondiElimina
  13. Carmen, ciao! Sto benino, e tu?
    Se ti va, il couscous puoi provarlo a casa mia, abbiamo ancora un incontro in sospeso noi due, no?
    Baci!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato/a di qui! I commenti sono in moderazione perchè è così bello, per me, leggerli( sia quelli belli, che le critiche costruttive), che non voglio correre il rischio di perdermene anche solo uno!
Non esiste censura, in questo blog, ma sono costretta- data: 1 dicembre 2011- alla decisione di non pubblicare commenti anonimi. Abbiate il coraggio delle vostre azioni!

Post popolari in questo blog

Pasta e patate sfritta

Io mi alimento

Frittelle della mamma di Maria Letizia