Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2019

Arancini catanesi SENZA glutine SENZA lattosio SENZA nichel

Immagine
... ma pieni d’amore!( prima parte)

La premessa: frequento da un decennio( e anche qualcosa in più) www.coquinaria.it, e la frequentazione non è solo in rete( ho partecipato a raduni, radunini, compleanni della Capa a casa sua), e si è diventati, nel tempo, come una famiglia.

Orbene, dal 30 maggio al 2 giugno, in occasione del Trentesimo Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi, Rossanina( la Capa di Coquinaria) verrà a Catania.
Lei, viva grazie ad un trapianto d’organi, ha sviluppato un po’ d’intolleranze alimentari: non può mangiare glutine e lattosio, ma soprattutto s’è scoperta allergica al nichel.

Potevo mai accettare che non potesse assaggiare almeno qualcosa della deliziosa cucina siciliana?
La risposta è scontata: NO!

Dopo aver combinato un involontario pasticcio( avevo preparato la carne sfilacciata al sugo, pensando di farcire così gli arancini... dimenticandomi totalmente che il pomodoro, il nichel, lo contiene!), ho deciso di rifare tutto: ieri ho comprato un …

Come ti riciclo la carne della Genovese

Immagine
Ricordate? Pochi giorni fa ho pubblicato la ricetta della Genovese napoletana, un sugo delizioso che, al pari del ragù, è considerato piatto domenicale: vi si condiscono gli ziti, rigorosamente spezzati a mano. Ed è una goduria, così come per la pasta al ragù, trovare, alla fine, i pezzettini di pasta... boccone da re!
Luciano Pignataro, nel suo blog, suggerisce anche candele spezzate a mano, rigatoni, penne, mezzanelli e paccheri, e, come eccezione divertente, bucatini o tagliatelle larghe. Questi ultimi due formati, però, sono un divertissement, ed assolutamente non debbono diventare la regola.

Tornando alla ricetta di riciclo che desidero condividere con voi, parto col dire che non ho inventato nulla: semplicemente, avendo letto su Coquinaria.it un bel po’ di anni fa l’anno ricetta della cosiddetta francesina, che è un modo di sfruttare il lesso avanzato, ho deciso di utilizzare questa stessa ricetta per consumare un pezzo di carne della Genovese che non abbiamo mangiato.

La ricetta…

Torta di mele per il compleanno del nonno

Immagine
Ad appena un giorno di distanza dalla prima, ecco un’altra ricetta dolce tratta dal blog di Dony, vincitrice per il periodo dal 15marzo al 15 aprile del Contest di Flavia.

Questa torta l’ho preparata insieme a mio figlio ed alla sua cuginona Laura, che abita ad Altedo, e che è in visita qui con i genitori perchè domani sarà il compleanno del nonno.
Proprio per il compleanno del nonno Mario, che fa volentieri colazione con una fetta di ciambella o di dolce fatto in casa, e che è amante della frutta, i bimbi hanno deciso di preparare un dolce, ed io ho sfruttato l’occasione per realizzare la seconda ricetta da presentare.
Un dolce semplice, alle mele, dal sapore genuino dei dolci di una volta, con un po’ di cannella e tanta scorza di limone per profumarlo.
La mia variazione è consistita nel non decorarlo in superficie con le mele, ma di cospargerlo con un po’ di zucchero semolato, che contribuisse a formare una golosa crosticina.



Torta di mele morbida

Ho acceso il forno a 180 e ho imbur…

La Genovese

Immagine
La Genovese è una preparazione tradizionale campana, e nella fattispecie napoletana, che consiste in un sugo a base di cipolle( io ne uso un kg per ogni 500 g carne) e carne, a cui si aggiunge, volendo, un gambo nello di prosciutto crudo.
La nascita della ricetta si perde nella notte dei tempi, conosco una leggenda secondo cui nel porto di Napoli approdò una nave proveniente da Genova. Avevano la stiva vuota, erano rimaste solamente cipolle e carne, e così il cuoco di bordo preparò della pasta con ciò che dovesse consumare.

Altra leggenda, di cui sono venuta a conoscenza grazie ad AnnaMaria Villaccio, nel gruppo Facebook “ quelli del Forum di Cucina Italiana”, vuole che questo sugo sia stato inventato da un’ostessa napoletana per accontentare un soldato di ventura, che, stanco del nostro rraù, le chiese di poter avere un sugo di carne senza l’onnipresente pomodoro.

Ancora, mi ha fatto molto sorridere un’altra ipotesi, trascritta nel suo blog dal grande Luciano Pignataro, che afferisc…

Biscotti sabbiosi ai due colori per The Recipe-tionist

Immagine
Anche questo mese, riesco a partecipare al Contest di Flavia, che è ormai un appuntamento fisso, per me.  Per il periodo Marzo-Aprile, Pasqualina, vincitrice del mese precedente, ha ceduto il passo a Dony, food blogger che non conoscevo, la quale realizza bellissimi dolci... troppo bello, per me, che sono l’imprecisione fatta Donna! Gira e rigira nel suo blog, però, ho adocchiato due o tre ricette alla mia portata, una salata e due dolci, e così ho incominciato da una scorta di biscotti per la prima colazione; ho realizzato, infatti, i suoi Biscotti sabbiosi ai due colori, mutandone solo la forma e sostituendo la vaniglia con scorza grattugiata di arancia.
Ho lavorato a crema 250 g burro e 125 g zucchero a velo setacciato, ho aggiunto un pizzico di sale, la scorza d’arancia e un piccolo uovo. Ho poi aggiunto 500 g farina setacciata e ho ottenuto un composto omogeneo, che ho poi diviso a metà. Ad una delle parti, ho aggiunto 15 g cacao amaro setacciato. Ho posto le due sfere in frigo …

La frittata di pasta di Antonia

Immagine
Antonia , che dal 2012 ha aperto il blog di cui al link, poco tempo fa, su Facebook, ha condiviso la ricetta della sua frittata di pasta.
Ho cercato nel suo blog, per linkarla, ma evidentemente non ha ancora avuto modo di condividerla e spero mi perdonerà per averlo fatto io; dovete sapere che sono una buona esecutrice, una pessima fotografa e una gran golosa, ma soprattutto, da quando abito in Sicilia, mi mancano le ricette tradizionali Campane. È proprio quelle tento di riprodurre, con alterni risultati dovuti soprattutto al fatto che mia madre è lucana, quindi non ha la tradizione culinaria salernitana alle spalle, e la mia ex suocera, che era estremamente capace in cucina, tranne qualche ricetta detta a mezza bocca( “ metti un poco di questo, poi aggiungi quest’altro e cuoci”), era parecchio restìa a insegnarmi i suoi trucchi. Preferiva, a onor del vero, far lei anche per me( e di questo la ringrazio), ma tenersi i suoi saperi.

La frittata di pasta è uno dei piatti che preferisco,…

Elicoidali con pesto di radicchio e noci

Immagine
Da quando ho scoperto il blog di Valentina, grazie al gioco di condivisione the-recipe-tionist, moltissime delle ricette che vedete qui sono state da me copiate: è creativa, fantasiosa, e soprattutto è talmente precisa che, seguendo alla lettera le sue spiegazioni, chiunque può cucinare( cit. chef Gusteau, dal film Ratatouille).
Di questo piatto, la cui ricetta potete trovare qui, ho modificato solo due cose: ho usato la pasta formato “elicoidali”, e, non avendo altra cipolla se non la rossa tropeana in casa, ho utilizzato cipolla rossa.
Per il resto, preparatevela: non ve ne pentirete.







Falafel e effetti benefici dei semi di sesamo

Immagine
Paola Lena è una Coquinaria, e dal dicembre 2015 ha anche un bellissimo blog, da cui ho preso questa ricetta.
Di mio, ho solamente passato in un sacchetto con una manciata di semi di sesamo alcuni falafel: il sesamo, infatti, contiene acidi grassi che riducono l’infiammazione dell’artrite reumatoide, riducendo la produzione di sostanze come il TNF-a( fattore di necrosi tumorale alfa).
Nel caso dell’artrite reumatoide, infatti, anche il regime dietetico funziona come un farmaco.https://www.news-medical.net/health/Rheumatoid-Arthritis-Diet-and-Nutrition-(Italian).aspx


Di compleanni e anniversari

Immagine
Riemergo, finalmente, dopo un periodo in cui sono stata impegnatissima ad organizzare il sesto compleanno di mio figlio, il quale ha avuto appena sei diversi festeggiamenti: il 6 marzo mattina, come d’abitudine, ha spento le candeline al risveglio; intorno alle 10,30, poi, mia madre( giunta apposta da Salerno) ed io siamo andate all’asilo, dove Mario ha spento le candeline in aula, e ha offerto ai suoi amichetti, oltre alla ciambella bicolore alla panna( ricetta di MarisaC di Coquinaria), anche i panini all'olio morbidissimi di Valentina;


Nella foto qui sotto, in cui Mario è con la sua maestra di due anni fa, si vede meglio il 6 di panini all’olio morbidissimi di https://www.profumodilimoni.com
ad ora di pranzo, siamo andati dai nonni paterni del piccolo festeggiato, poichè la nonna aveva preparato un pranzo in onore del neo-seienne; nel pomeriggio, abbiamo ricevuto alcuni piccoli amici di Mario( sempre compagnetti d’asilo), che sono venuti a giocare qui perchè volevo evitare che …