Un Gateau di patate...

... per il mese felice di Valentina!


Eh, si, la cara” amica dei limoni”( mio figlio così l’ha soprannominata) ha vinto il Contest di Flavia, ed io ho in serbo un bel po’ di ricette per festeggiare con lei.
Valentina non la conosco di persona, ma, per quanto ci siamo scritto e detto, mi sono affezionata molto a lei; in più, sia io che Mario apprezziamo molto le sue ricette, che sono garanzia di sicura riuscita.
Ho scelto di pubblicare come prima delizia il suo Gateau di patate perchè, nonostante ne abbia preparato una porzione doppia, l’abbiamo divorato in un giorno.
E si, ha ragione Valentina: ha il suo perchè anche freddo!


#gateaudipatate cotto e pronto ad essere divorato! Ricetta di @profumo_di_limoni
Ecco la ricetta, che troverete nel blog di Valentina cliccando sul link:
https://www.profumodilimoni.com/recipe/gateau-di-patate/

Per una teglia quadrata 32x32, ho utilizzato:

1 kg patate vecchie
2 uova grandi( modificando in questo la ricetta, perchè non ho aggiunto il tuorlo in più)
250 gr provola affumicata
2 fettine sottili di mortadella, tagliuzzate
150 gr salame tipo Napoli, tagliuzzato
60 gr burro
80 gr Parmigiano grattugiato
Sale, pepe 5 colori appena macinato, pangrattato
Mia aggiunta, prezzemolo tagliuzzato

Ho cotto inacqua bollente salata le patate, le ho pelate e schiacciate con lo schiacciapatate. Ho condito subito con burro, ed aggiunto le uova sbattute. Ho poi unito tutti gli altri ingredienti, eccetto il pangrattato. Ho mescolato con le mani e distribuito in teglia imburrata. Coi rebbi della forchetta, ho creato un disegno e ho cosparso di pangrattato.
Ho infornato a 220 gradi per 45 minuti, tirato fuori e aggiunto fiocchetti di burro. Ho infornato nuovamente a 180 gradi per circa 15 minuti, lasciato intiepidire per una decina di minuti e servito.

La fetta perfetta!


Commenti

  1. ... e non poteva iniziare meglio questo mese felice. Tu come prima dell'elenco, con il mio piatto preferito in assoluto, il gateau, alla maniera di casa mia, con dentro la qualsiasi, che hai usato finanche la provola affumicata che sappiamo bene che fuori della Campania è quasi impossibile trovare (buona)... che dire... è bellissimo, la foto della fetta mi fa una caspita di gola che non ti puoi immaginare, me lo farei stasera stessa. E consolati, finisce tutto in una giornata anche qui. Non mi riesco a regolare: mai! Grazie per esserci stata anche stavolta, Luisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, anche per le ricette perfette! Non crederai mica che sia finita qui, vero? Ho una to-do-list che levati 🤣

      Elimina
    2. PS: sono stata a Salerno per il 2 novembre, ecco perchè sono riuscita a metterci la provola!

      Elimina
    3. Aaaaaaah che poesia, Salerno, la provola... io solo al pensiero sbavo! E ti aspetto con tutte le spunte sulla To Do list.

      Elimina
  2. Eh Valentina è una splendida persona e ha una cura nell'eseguire le sue ricette che è impossibile non risultino perfette. Grazie Luisa per aver aperto il mese felice di Valentina, buona giornata Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, Flavia! Un abbraccio, buona giornata anche a te 🙂

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato/a di qui! I commenti sono in moderazione perchè è così bello, per me, leggerli( sia quelli belli, che le critiche costruttive), che non voglio correre il rischio di perdermene anche solo uno!
Non esiste censura, in questo blog, ma sono costretta- data: 1 dicembre 2011- alla decisione di non pubblicare commenti anonimi. Abbiate il coraggio delle vostre azioni!

Post popolari in questo blog

Sformatino di riso

Sartù di riso

Dakos cretesi e riso con bresaola, rucola e limone per una cena veloce