Pasta e patate sfritta

Un’altra ricetta di quelle che entreranno a far parte dei miei pranzi quotidiani, la pasta e patate sfritta della zia di  Valentina, vincitrice, per il bimestre novembre-dicembre, del Contest di Flavia.
La pasta e patate fa parte della mia storia; nella mia famiglia si fa macchiata di pomodorini, e leggermente piccante. Ricordo che da piccola non la gradissi molto, ma via via è diventato uno dei primi piatti che preferisco.
Mio figlio, gran buongustaio, apprezza, e così, coi primi freddi, ho preparato un cibo- coccola, qualcosa che scaldasse dentro e fuori.

Pasta e patate sfritta

2 grosse patate( non ho trovato quelle buccia rossa, le ho comprate al G.A.S del centro I sassolini di Riposto)
120 grammi pasta mista( odio gli spaghetti spezzati, scusa Valentina!)
1 bella cipolla tritata grossolanamente a coltello
2 cucchiai olio evo
Sale, pepe, basilico

Ho tagliato a pezzi le patate e le ho cotte in acqua bollente salata, poi leho tirate su con la ramina e messe da parte. Nell’acqua di cottura delle patate ho versato la pasta e fatto cuocere, mentre rosolavo la cipolla nell’olio. A questo punto ho sbagliato: per distrazione, ho messo direttamente la pasta sgocciolata approssimativamente e le patate direttamente in padella, e ho saltato il tutto. Avrei invece dovuto scolare la pasta, unirla alle patate e condire il tutto, prima di spadellare.
Ho regolato di sale e pepe e ho messo un po’ di basilico solo nel mio piatto: Mario, pur amando il pesto, non accetta le foglie nel piatto. Viziatone!

https://www.profumodilimoni.com/recipe/pasta-e-patate-sfritta/. Questa la ricetta originale





Commenti

  1. Io amo molto tutto quello che contiene le patate nelle ricette, quindi so per certo che anche questa pasta entrerebbe di diritto nella top list dei comfort food per eccellenza, grazie Luisa e buona giornata, Flavia

    RispondiElimina
  2. Ma che spettacolo, Luisa. Io la adoro questa pasta, sia nella versione sfritta, estiva insomma, data la presenza profumatissima del basilico, sia nella versione "azzuppuliata", con quel niente di pomodoro che le dà immediatamente un tono più invernale :) la tua è golosissima!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato/a di qui! I commenti sono in moderazione perchè è così bello, per me, leggerli( sia quelli belli, che le critiche costruttive), che non voglio correre il rischio di perdermene anche solo uno!
Non esiste censura, in questo blog, ma sono costretta- data: 1 dicembre 2011- alla decisione di non pubblicare commenti anonimi. Abbiate il coraggio delle vostre azioni!

Post popolari in questo blog

Io mi alimento

Frittelle della mamma di Maria Letizia