Il pranzo di Capodanno

Ormai, la conoscete anche voi lettori, la mia famiglia.. siamo un insieme un po' matto di persone che si adorano, che litigano, che fanno la pace, ma che, alla fine dei conti, è sempre un gruppo coeso..
Ieri, dunque, nonostante il mio stato d'animo non fosse proprio quello adatto ad un giorno di festa, abbiamo pranzato tutti insieme qui. Per la verità, il programma iniziale era pranzare a asa nostra solo in tre, io, mia madre e Vito, però i miei suoceri e le zie di Vito hanno detto: "ma visto che c'è anche tua madre, stiamo tutti qui, non preoccuparti di cucinare, portiamo tutto noi". E mio fratello e Tania, che avrebbero dovuto essere a casa del fratello di Tania ( come noi tutti, per la verità, se io non fossi stata ammalata), hanno preferito trascorrere il giorno di Capodanno con noi..
Insomma, alla fine eravamo in nove :D
Ecco qualche foto delle tavole apparecchiate.. una per noi 4, l'altra per i "grandi" :D
Ho preparato solo l'aperitivo, mentre mia suocera ha portato l'antipasto, le tagliatelle con mozzarella, piselli( quelli del suo orto, congelati appena raccolti), sugo e carne tritata. E' stata molto carina, ha preparato anche una piccola teglia a parte per mio fratelo, che non gradisce i piselli.. :)
Come secondo piatto, la mamma di Vito ha preparato coniglio ( allevato da lei) alla cacciatora, involtini, salsicce; come contorno, patate al forno, carciofi cotti sulla carbonella e broccoli in insalata.
Mamma ha portato i calzoncelli di castagne e cioccolato, e Tania una squisita cassata fatta da lei, oltre ad un tronchetto panna e nutella ( che però ha acquistato).
Siamo stati bene, è stata una bella giornata..
























Commenti

  1. Che bella famiglia, che bel pranzo, che bella tu :-)
    mi dispiace dell'accaduto...ho letto...ma non me la sentivo dicommentare...

    RispondiElimina
  2. Gaia, non c'era da commentare :) era solo un modo per riocordare una persona bella, che anche dopo la sua morte ha fatto un ultimo, fondamentale dono.. purtroppo, in Italia sono ancora pochissimi i donatori di organi, ed ancora meno quelli di midollo osseo :S

    Grazioe per i complimenti alla nostra famiglia, so di essere fortunata :) Un bacione!

    RispondiElimina
  3. ciao tesò...che dirti?
    ho letto del tuo Amore...non ci sono parole...ringraziando Dio però tu hai una bellissima fam,iglia pronta a starti vicino sempre e non è poca cosa!
    per il 2010 io ti auguro innnanzitutto tanta tanta salute e che quest'anno possa vedere realizzato il progetto che più vi sta a cuore!
    e poi aspetto che ti ritorni la voce...fammi uno squillo quando succede...
    tvtb
    Giusy

    RispondiElimina
  4. che bella tavolata alla fine che ne è venuta fuori......!!! Ti auguro un buon anno e se passi dal mio blog puoi esprimere un desiderio speciale...baci...ti seguirò allora d'ora in poi quì!!!

    RispondiElimina
  5. Dida, sì, per fortuna la mia famiglia, come hai avuto modo di vedere con i tuoi occhi, è salda :)
    Per quanto riguarda Aniello, ho contattato degli amici per cercare di inventarci qualcosa per ricordarlo.. qualcosa che abbia a che fare coi minori in difficoltà.. vedremo, è tutto ancora in fieri...
    Ti abbraccio e.. a presto!
    Auguri a tutti i tuoi!

    @ Elena, sì :)
    Passo subito dal tuo blog! :)
    Baci a te, ed auguri a tutta la famiglia! :)

    RispondiElimina
  6. Come sono belle le nostre famiglie!!
    Auguri tesoro per l'anno appena arrivato e perchè tu guarisca prestissimo.
    smack!

    RispondiElimina
  7. grazie, Lory, auguri a te ed alla tua famiglia, ed un mega bacio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato/a di qui! I commenti sono in moderazione perchè è così bello, per me, leggerli( sia quelli belli, che le critiche costruttive), che non voglio correre il rischio di perdermene anche solo uno!
Non esiste censura, in questo blog, ma sono costretta- data: 1 dicembre 2011- alla decisione di non pubblicare commenti anonimi. Abbiate il coraggio delle vostre azioni!

Post popolari in questo blog

Zeppole napoletane di Francesco Guida

Pasta e patate sfritta

Io mi alimento