Per la raccolta "col cappero" di Grianne, ecco un'altra ricettina



..sempre presa dal mio vecchio blog: la mia pasta e cavolfiore snaturalizzata.




Dividere a cimette un cavolfiore e versarle in una larga padella con un cucchiaio d' olio, aglio, peperoncino. Farlo stufare un po', aggiungendo qualche mestolo di acqua calda salata, poi aggiungere passata di pomodoro abbastanza liquida ( adopero la passata fatta in casa), olive nere ( uso quelle di Gaeta), capperi salati precedentemente posti in un po' d' acqua fredda (per dissalarli) e qualche pinolo. Portare a cottura, salare e, dopo averla cotta, saltare la pasta in questo sughetto.
Si può passare in forno, in modo da ottenere un più goloso risultato.

Commenti

  1. La pasta coi cavolfiori, ma anche coi broccoli, cavoletti e tutto il resto della famiglia, è una delle nostre passioni, bastano questi pochi ingredienti, così ricchi di sapore, e un po' di peperoncino per non farci vedere l'ora di affondare la forchetta. Passata in forno diventa ancora più irresistibile.
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  2. Mai mangiato il calvolfiore in questo modo, ti "rubo" la ricetta voglio provarlo per me e mio marito quanto prima!
    Graziee!

    RispondiElimina
  3. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato/a di qui! I commenti sono in moderazione perchè è così bello, per me, leggerli( sia quelli belli, che le critiche costruttive), che non voglio correre il rischio di perdermene anche solo uno!
Non esiste censura, in questo blog, ma sono costretta- data: 1 dicembre 2011- alla decisione di non pubblicare commenti anonimi. Abbiate il coraggio delle vostre azioni!

Post popolari in questo blog

Sformatino di riso

Sartù di riso

Dakos cretesi e riso con bresaola, rucola e limone per una cena veloce