Oss de mord di Giuliana e ciambella 7 vasetti di Gea

Pestare finemente 200 g mandorle( o nocciole) nel mortaio, tenendone da parte 50 gr., ed unendo poco alla volta 150 gr di zucchero. Travasare in una terrina. Pestare tre cucchiai di chiodi di garofano con l'altra parte di zucchero.( io ho adoperato chiodi di garofano in polvere Tec- Al, nella misura di un cucchiaio abbondante). Unire il composto all'altro e aggiungere un pizzico di cannella( per me, quella inviatami da Tec-Al) Sulla spianatoia versare 150 gr farina e aggiungere il trito di spezie e mandorle. Versare tanto Marsala quanto basta per formare una pasta piuttosto soda. Lavorare la pasta arrotolandola sotto il palmo delle mani per qualche minuto, facendo in modo di formare un rotolo che andrà tagliato a cilindretti lunghi circa 7 cm. Tagliare a metà le mandorle rimaste e infilarle nei cilindretti di pasta. Ungere la placca da forno con il burro, allinearvi i cilindretti e passare in forno caldo a 200° finchè saranno secchi e dorati. Lasciar raffreddare. Si conservano per molto tempo in barattoli di vetro a chiusura ermetica.
La ciambella, di gea, è la classica 7 vasetti, con aggiunta di zeste di arancia e profumo di cannella, decorata con pochissima glassa al cioccolato pronta Paneangeli e qualche coriandolino di zucchero colorato.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pasta e patate sfritta

Io mi alimento

Frittelle della mamma di Maria Letizia