Pasticcini!

Con Amarena Fabbri ho realizzato questi dolcetti, che vi suggerisco di cuore: facilissimi da realizzare, sono di bontà infinita e.. sono come le.. amarene ;-) : uno tira l' altro.
Ecco il procedimento che ho seguito: preparate una crema pasticciera con la ricetta che preferite( per me, mitica è quella di Maurizio Santin , anche perché, ehm ehm, non mi riusciva di farne una decente e, al primo corso che ho seguito con lui, ho detto, appunto, di non riuscire a farla.. Me l' ha insegnata, facendomi provare e seguendomi passo passo), poi lasciatela raffreddare con pellicola a contatto ed intanto preparate la pasta frolla( uso una delle ricette di M. Santin: 500 g farina, 250 g burro, 140 g zucchero a velo, 3 tuorli ed 1 uovo, scorza di limone grattugiata. Formo la palla, lascio riposare in frigo per almeno 2 ore, poi stendo negli stampini, bucherello e cuocio in forno a 180°, non prima, però, di un secondo passaggio in frigorifero.). Una volta cotti e raffreddati i gusci di frolla, riempite ciascuno con la crema, facendola scendere da una sac- a- poche, porre al centro del pasticcino un' amarena Fabbri e decorate con lamelle di mandorle.
Con questa ricetta, partecipo ai Contest di Fujiko e di Ely
Per Ely: ho scelto la Lussuria, come peccato che rappresenti il mio dolcetto, perché il croccante della frolla e la morbida voluttuosità della crema, associate al profumo delle mandorle in lamelle ed al sapore dell' amarena mi ricordano passione e desiderio.

Commenti

  1. Meravigliosi questi dolcetti! Adoro la crema e anche l'amarena Fabbri!Ti seguo!
    Ciao, buon fine settimana!Irene

    RispondiElimina
  2. Molto carini questi pasticcini! E poi il maestro santin è una garanzia! Grazie della partecipazione!

    RispondiElimina
  3. passeggiando son capitata qua ...e che trovo?
    no dico,adesso devo per forza rubare dei dolcetti...
    oooook....

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato/a di qui! I commenti sono in moderazione perchè è così bello, per me, leggerli( sia quelli belli, che le critiche costruttive), che non voglio correre il rischio di perdermene anche solo uno!
Non esiste censura, in questo blog, ma sono costretta- data: 1 dicembre 2011- alla decisione di non pubblicare commenti anonimi. Abbiate il coraggio delle vostre azioni!

Post popolari in questo blog

Sformatino di riso

Sartù di riso

Dakos cretesi e riso con bresaola, rucola e limone per una cena veloce